Sheilanemos e gli accessori di carta

bianco_e_nero

Andare a curiosare per mostre e fiere oltre a divertirmi molto, mi permette di scoprire nuovi brand e
conoscere persone positive, piene di entusiasmo e con grandi passioni.

In occasione della Mostra Internazionale dell’Artigianato a Firenze ho avuto il piacere di conoscere Cecilia Nicolò ed il suo brand Sheilanemos.

cecilia
Credit: Le Colorette

Il nome del brand spiega da solo chi è e cosa fa Cecilia. “Sheila” è la traduzione in irlandese di Cecilia e
Anemos” vuol dire vento, leggerezza, soffio come è etereo il materiale che lei lavora, cioè la carta.

red
Credit: Fabio Mamone – Digital Arts & Graphic Design Artist

Tutto ha inizio dalla passione di Cecilia per il riciclo creativo durante i suoi viaggi in Africa e Brasile,
dove è venuta a contatto con una realtà molto diversa dalla nostra, una realtà povera nella quale i
bambini riescono ad essere felici veramente con poco.

Riutilizzare i materiali in maniera creativa è ciò che ha iniziato a fare Cecilia partendo dagli spartiti di
sua mamma, ma in generale cercando di recuperare e riutilizzare tutto quello che le passava tra le mani. E dalle sue mani che prendono vita i suoi progetti, tanto che nel 2015 nasce il brand Sheilanemos. L’obiettivo è quello di creare qualche cosa di originale, di diverso che la rappresenti totalmente.

mani
Credit: Le Colorette

La sua sperimentazione l’ha portata a realizzare accessori in carta sfruttando la tecnica degli origami con un tocco personale ed innovativo.

verde_accessori

anello

Cecilia sta infatti brevettando la sua idea di origami modulare ricalcolato a base piatta. Una figura poliedrica generata dall’ unione di più elementi cartacei che vengono assemblati in modo tale da far sembrare la creazione tridimensionale, donandole dunque profondità, pur se in realtà si tratta di una figura a base piatta.

triangoli_origami

Nei triangoli di carta Cecilia ritrova se stessa; come nel poliedro ci sono più facce, così in Cecilia
convivono più anime che raccontano chi è questa giovane donna.

triangoli
C’è una parte più razionale, complessa e spigolosa che viene rappresentata dalle linee nette dei suoi
triangoli che trasmettono anche un senso di durevolezza all’oggetto; oggetto che viene realizzato in un
materiale leggero come la carta e che rappresenta invece la parte emozionale, creativa e passionale di
Cecilia, che la porta a cercare sempre di essere diversa, di distinguersi dalla massa sia come persona
che come artista.

Credit: Le Colorette

 

Ma come mai la carta? Perché il linguaggio della carta è infinito, si può adattare a diversi contesti e
diverse situazioni.

Cecilia definisce il suo lavoro tutto “home made“, non ci sono programmi di grafica, non ci sono stampe in 3D, non ci sono modelli da seguire, c’è solo istinto, mani, musica e passione.

orecchini_bianchi

Per Cecilia l’arte è una forma alternativa di ossigeno. L’arte assieme alla creatività permette di far sì che l’oggetto che viene realizzato abbia un significato, un senso e sia utile al di là del suo essere “alla moda”.

Il futuro di Cecilia è ricco di impegni e collaborazioni; in autunno sarà docente di un corso a Milano in
cui assieme ad altre giovani donne architetto parlerà di allestimenti in carta ed origami.

Ma Cecilia ha le idee ben chiare e si vede in continua evoluzione con un desiderio ossia quello di creare
abiti di carta e poi chissà dove la fantasia e la creatività la porteranno.

yellow

“Perché tutto è possibile se lo si vuole!”

Se volete ammirare le splendide creazioni di Sheilanemos potete visitare la sua pagina Facebook.

SHEILANEMOS

Facebook Page

Instagram

Lascia un commento