360° Art Show

A Trieste l’espressione della creatività.

Chi vive come me a Trieste spesso soffre per il fatto che questa città non offra tanti eventi e per giunta interessanti come accade in una grande città. Devo però ammettere che negli ultimi anni, forse complice un aumento del turismo, Trieste ha iniziato un po’ a “svegliarsi”.

A contribuire a far uscire dal letargo la mia città, ci sono persone come Elena Cantori ed il suo spazio espositivo EContemporary.

vetrina

Amante dell’arte e della creatività, da anni Elena, grazie alle collaborazioni con diversi artisti affermati ed ancora da scoprire, crea connessioni tra le varie figure del mondo dell’arte, con l’obiettivo di farla apprezzare anche a chi non ha molta esperienza in questo settore.

Perché per Elena “l’arte è per tutti e questo è il fine a cui voglio lavorare (Keith Haring)” .

Quanto accaduto venerdì sera 2 dicembre 2016, rappresenta appunto un esempio di questa voglia di fare conoscere l’arte e la creatività nelle sue diverse forme e sfaccettature.

Presso lo spazio espositivo Econtemporary di via Crispi, 28, si è svolta l’inaugurazione della mostra collettiva che ha raccolto per l’occasione le espressioni artistiche di ben 11 artisti.

360° Art Show, così si chiama la mostra, e’ un percorso che si può fare fisicamente nella galleria di Elena Cantori, passando dalla fotografia alla scultura, dalla pittura alla grafica, dalle installazioni ai gioielli in vetro.

La mostra che terminerà il 21 gennaio 2017, da’ la possibilità non solo di ammirare le creazioni degli artisti ma anche di acquistarle per fare o farsi un regalo vista anche la vicinanza con il Natale, perché le opere esposte sono per tutte le tasche e vanno dai 60€ ai 6000€.

Ho avuto il piacere e l’onore di partecipare alla serata inaugurale della mostra, serata piena di pubblico e di grandi emozioni, sia per gli artisti presenti che per il pubblico accorso.

pubblico

La parte centrale della galleria e’ stata dedicata all’esposizione dei gioielli in vetro di Susanna Martini, designer di gioielli in vetro di Murano, a cui sono molto affezionata ed alla quale ho dedicato il primo post del blog Juegosdemoda nell’ambito del mio personale progetto ” incubatore di creatività“.

susanna_martini

Tutto attorno alla parte centrale, in un percorso fatto di colori e di forme, si trovano esposte le opere degli altri artisti.

Le splendide sculture luminose di Fontani design, le creazioni ispirate alla pop art in polistirolo resina acrilico e puntine di Alessandra Pierelli, le grafiche fatte con lo smartphone di Andy Prisney, gli scatti fotografici su Trieste e le grafiche digitali di Nanni Spano (che ringrazio anche per le fotografie inserite nel post), le sculture in legno e bronzo di Paolo Polenghi, ed ancora la scultura in cemento di Alice Paltrinieri, le fotografie in bianco e nero di Maurizio Melozzi, i paesaggi astratti dipinti con smalti e plexiglas di Stefano Frascarelli, e per finire ma non meno importanti le sculture di Boyko Mitkov (Boyo) e le splendide chine di Sergej Glinkov.

lampada

pillola

tango

foto

scultura

cemento

stampe

paesaggio

sculture_dipinto

Vi consiglio di andare a fare un salto in galleria per ammirare di persona l’espressione di creatività dei diversi artisti che hanno tutti alla fine un elemento in comune ossia “mettere il cuore nelle loro creazioni“.

La galleria è aperta dal mercoledì al sabato dalle 17 alle 20 in via Crispi 28, gli altri giorni su appuntamento.

2 commenti

  1. Grazie Nicoletta per questo articolo che ben rappresenta la filosofia della galleria EContemporary e la forza creativa degli artisti che promuove,
    Elena Cantori

  2. Andy Prisney dice: Rispondi

    Tks for your words!
    AP

Lascia un commento